Magazine di Allafollia.it

Come riciclare un anello di fidanzamento
Di Admin (del 30/05/2008 @ 09:34:05, in Curiosità, linkato 1454 volte)
In questi giorni ero a casa a causa di un piccolo incidente ( nulla di grave però...avevo solo un piede a cotechino che mi impediva di camminare!! Sigh!! Comunque…)…non sapendo cosa fare, mi sono messa davanti alla tv…confesso che i programmi della mattina non mi elettrizzano particolarmente ma…ho dato un occhio lo stesso…mentre facevo zapping, mi sono soffermata su un servizio divertentissimo… “Cosa bisogna farsene dell’anello di fidanzamento se il matrimonio o la proposta di matrimonio non vanno in porto???”. Il bon ton ci dice che è buona regola, se il fidanzamento è rotto o non si desidera rispondere sì alla proposta, restituirlo!!Ma che farsene una volta riavuto in mano???Ecco...in America (sono dei geni!!!) si sono inventati un sito Internet dove riciclare gli anelli: c’è la foto del modello…il costo a cui è stato acquisto e quello a cui viene venduto…ma soprattutto…c’è tutta la sua storia!!! Sì…avete capito bene…per ogni anello c’è la descrizione di come sia finito lì!!Un ragazzo racconta che il giorno della proposta, la sua fidanzata gli ha risposto di no ( e fino a qui…storia dolorosa ma normale) e quando lui gli ha chiesto una spiegazione lei finalmente gli ha confessato di essere innamorata di un’altra donna (poverino!!); un altro racconta che la fidanzata gli ha detto di sì, ma a pochi mesi dal matrimonio ha cambiato idea ed è scappata in Brasile e molte altre ancora. Ora...io trovo giusto che questi ragazzi recuperino i soldi che hanno speso…ma io non so se comprerei quegli anelli…in fondo, da buona donna del Sud, sono un po’ superstiziosa e non vorrei mai che……mi capite no??