tutto ciò che occorre per organizzare il matrimonio

Cerca in Allafollia

cerca in
 
tutto ciò che occorre per organizzare il matrimonio

In Edicola: Scopri le più belle immagini dell'ultimo numero di White Sposa

Villa Castelbarco

Villa Castelbarco
unica e indimenticabile...
 

Rivista

cambia sezione
cambia articolo
a tavola


I Documenti (matrimonio civile)
I futuri sposi devono presentarsi con un documento d’identità valido (carta d’identità o passaporto) all’Ufficio matrimoni o di stato civile del Comune dove intendono sposarsi.

Se vi si reca uno solo dei due, per conto di entrambi, dovrà portare la fotocopia del documento d’identità del futuro coniuge.
Il matrimonio può essere celebrato nel Comune di residenza, se si sceglie un altro comune, è necessario effettuare il consenso nel Comune di residenza e dovrà essere inoltrata una lettera spiegando le motivazioni della scelta alternativa.

I due futuri sposi dovranno presentare nel Comune in cui intendono sposarsi la lettera di delega che verrà predisposta del proprio Comune.

Autocertificazione

Grazie alla legge sull’autocertificazione, per i documenti necessari ad avviare la pratica (atto di nascita, di residenza, di cittadinanza e di stato civile) è sufficiente una dichiarazione scritta su carta semplice o su un modulo prestampato dal Comune che si occuperà di tutto. Non è più necessario pagare il bollo o, autentificare le firme.
La legge di riferimento è: legge Bassanini del 13/5/97 n.127

Consenso e pubblicazioni

Quando ci si presenta all’Ufficio del Comune per avviare la pratica, si potrà definire l’appuntamento per il consenso.

Gli sposi, il giorno stabilito per il consenso, si presentano per firmare, alla presenza di due testimoni, la richiesta di pubblicazioni e per comunicare la data del matrimonio.

Le pubblicazioni saranno esposte, in Comune, per otto giorni consecutivi. si rende così pubblica l’intenzione di sposarsi e si consente, a chi non è d’accordo, di opporsi.

Il Comune, scaduti gli otto giorni rilascia il nullaosta da presentare all’ufficiale di stato civile. Entro 180 giorni dalle pubblicazioni deve avvenire il matrimonio.

Documenti particolari

 
L’autocertificazione non è accettata in questi casi:

- stranieri: nullaosta o certificato di capacità matrimoniale rilasciato dal paese d’origine e di un atto di nascita tradotto in italiano dal consolato o dall’ambasciata;

- minorenni: chi ha compiuto 16 anni può sposarsi presentando un documento di autorizzazione del Tribunale dei minori;

- vedove/i da meno di 300 giorni: è necessario presentare il documento di autorizzazione del Tribunale civile;

Quando sposarsi

Nei Comuni, generalmente, il matrimonio di domenica non si celebra. Sarà quindi possibile scegliere il Sabato mattina o un giorno dal Lunedì al Venerdì.

Gli sposi possono chiedere che il matrimonio sia celebrato da un consigliere conosciuto, nel caso non venga fatta esplicita richiesta il consigliere sarà scelto in base alla disponibilità.

 

abitare images/off.jpg
animazione images/off.jpg
autonoleggio images/off.jpg
bellezza images/off.jpg
bomboniere images/off.jpg
cerimonia images/off.jpg
documentazione images/on.jpg
fiori images/off.jpg
fotografi images/off.jpg
gioielli images/off.jpg
indossare  lui images/off.jpg
indossare lei images/off.jpg
invitare images/off.jpg
lista nozze images/off.jpg
luna di miele images/off.jpg
matrimoni alternativi images/off.jpg
matrimoni nel mondo images/off.jpg
partecipazioni images/off.jpg
ricevimento images/off.jpg
tradizione images/off.jpg
 

Scrivici  • Opportunità per gli Operatori  • Mappa sito
Allafollia.it - Copyright © 2006 - Tutti diritti riservati - Agenzia IGC
Sito ottimizzato per risoluzione 800x600 - Internet Explorer 6.0
se non riesci a visualizzare correttamente il sito clicca qui

realizzazione
Agenzia IGC
Partita IVA:03539740963