tutto ciò che occorre per organizzare il matrimonio

Cerca in Allafollia

cerca in
 
tutto ciò che occorre per organizzare il matrimonio

In Edicola: Scopri le più belle immagini dell'ultimo numero di White Sposa

Villa Castelbarco

Villa Castelbarco
unica e indimenticabile...
 

Rivista

cambia sezione
cambia articolo
a tavola

La cerimonia in Chiesa

Basiliche, santuari, abbazie, eremi e monasteri: non avete che l'imbarazzo della scelta. Pensateci con un anno d'anticipo, visitate molti luoghi prima di decidere e fatevi raccontare la storia di ognuno di loro: i racconti di apparizioni mariane, viandanti miracolati, ascese in cielo e redenzioni in terra vi sosterranno nel momento del fatidico "sì".

Il luogo adatto
Oltre al fascino del luogo e alla sua potenzialità suggestiva, tenete conto della capienza (non si può avere l'eremo e al tempo stesso un'affluenza di gente degna di un concerto di piazza), degli spazi per il fotografo (che non vi rubi la scena oltrepassando il presbiterio!) e dell'ubicazione (il monastero immerso nei vigneti richiede un certo rispetto per la quiete di monaci e uccellini: saprete rinunciare allo strombettio selvaggio "uno tira l'altro" dei clacson?)
Buona l'idea di chiedere a fratelli e amici stretti di presiedere alle operazioni di parcheggio: i più sensibili troveranno in questa occupazione un po' sollievo all'ansia che avete loro trasmesso, i più spavaldi si sbracceranno felici… badate solo che non si procurino un fischietto!

Per lui
Giungerete con un certo anticipo. Sareste tenuti a fermarvi sul sagrato della Chiesa e ad entrare solo qualche minuto prima dell'inizio ma nulla di più facile che qualche inconveniente vi costringa a correre subito all'interno: la mamma che non riesce a smettere di piangere e che piange ancor di più vedendo il mascara che cola, il paggetto intimidito che vuole sentirsi dire ancora una volta quali sono i suoi compiti e vuole saperlo proprio da voi, gli interrogativi di quegli amici che essendo amici tanto di voi quanto della futura sposa non sanno se collocarsi dalla parte di Lei ( a sinistra) o dalla parte vostra (a destra). Qualsiasi cosa accada, non dimenticate di guardare l'orologio e al momento previsto, datevi un tono e preparativi al Suo ingresso.

Per lei
Se non vi viene in mente una sola occasione della vostra vita in cui siete state puntuali, rilassatevi. Un vostro (leggero) ritardo in Chiesa è addirittura auspicabile: dal momento che l'ultima ad entrare dovrete essere voi, è bene che eventuali invitati ritardatari (c'è sempre quello a cui "non è partita la macchina") abbiano il tempo di prendere posto. Vostro padre (zio o fratello) aprirà la portiera dell'automobile d'epoca (un miracolo che sia arrivata sin lì) e vi offrirà poi il braccio sinistro per accompagnarvi durante l'ingresso trionfante. Tutto il resto è leggenda: paggetti e damigelle si uniranno a voi per formare un sontuoso corteo, l'organo intonerà la Marcia Nuziale, voi avanzerete senza accorgervi delle teste voltate, dei commenti bisbigliati, degli occhi inumiditi e dei sospiri, vostro padre sussurrerà "Coraggio, piccola" per farvi alzare lo sguardo dal tappeto su cui camminate e allora… allora lo vedrete, lì, a pochi metri da voi, ancora intento a darsi un tono, più bello che mai.

L'antefatto
Nei giorni precedenti, esausti per l'insonnia, strapazzati dai parenti, siete stati assaliti da fantasie di questo genere: se Lei non arriva, resto a farmi consolare dagli amici o emigro in Sud America? Se Lui mi chiama con un altro nome durante il rito, vado via dignitosamente o mi getto subito sulla portatrice di quel nome scatenando un putiferio? Se qualcuno si alza e grida che c'è un impedimento … e qui la fantasia si sposta subito sulla natura di un probabile impedimento nutrendosi di sensi di colpa improvvisati… Non preoccupatevi: è solo colpa dei film e dell'ansia di protagonismo che accompagna tutti gli eventi speciali. In realtà, quel giorno, ogni particolare non previsto, per quanto minimo, vi getterà nello scompiglio e persino quello starnuto proveniente dal fondo della Chiesa, proprio durante la pausa seguita al vostro "Sì", vi sembrerà indimenticabile.

Postfazione
Non illudetevi che il finale della cerimonia si mantenga ordinato e composto come l'inizio: appena terminata la funzione sarete assaliti da quelli che non saranno al banchetto e che vorrebbero baciarvi subito per andare via, da quelli che li imitano perché non sanno bene quando darvi gli auguri, dal fotografo che vorrebbe fare le foto sotto l'altare e non riesce a prelevarvi dalla folla, dalla mamma che vi chiede inorridita il perché di quella confusione. Un consiglio: dopo la parola Amen smettete di preoccuparvi. Distribuite baci e abbracci a tutti e poi dirigetevi felici verso l'esterno dove la pioggia di riso o di petali vi farà sentire ancora più frastornati. Persino i monaci capiranno!

abitare images/off.jpg
animazione images/off.jpg
autonoleggio images/off.jpg
bellezza images/off.jpg
bomboniere images/off.jpg
cerimonia images/on.jpg
documentazione images/off.jpg
fiori images/off.jpg
fotografi images/off.jpg
gioielli images/off.jpg
indossare  lui images/off.jpg
indossare lei images/off.jpg
invitare images/off.jpg
lista nozze images/off.jpg
luna di miele images/off.jpg
matrimoni alternativi images/off.jpg
matrimoni nel mondo images/off.jpg
partecipazioni images/off.jpg
ricevimento images/off.jpg
tradizione images/off.jpg
 

Scrivici  • Opportunità per gli Operatori  • Mappa sito
Allafollia.it - Copyright © 2006 - Tutti diritti riservati - Agenzia IGC
Sito ottimizzato per risoluzione 800x600 - Internet Explorer 6.0
se non riesci a visualizzare correttamente il sito clicca qui

realizzazione
Agenzia IGC
Partita IVA:03539740963