tutto ciò che occorre per organizzare il matrimonio

Cerca in Allafollia

cerca in
 
tutto ciò che occorre per organizzare il matrimonio

In Edicola: Scopri le più belle immagini dell'ultimo numero di White Sposa

Villa Castelbarco

Villa Castelbarco
unica e indimenticabile...
 

Rivista

cambia sezione
cambia articolo
a tavola
Le nozze ortodosseIl rito E' quasi una danza, una rappresentazione teatrale, complessa e piena di simboli, dove tutto si ripet

Le nozze ortodosse

Il rito
E' quasi una danza, una rappresentazione teatrale, complessa e piena di simboli, dove tutto si ripete tre volte. La cerimonia ortodossa si svolge in due momenti fondamentali: il fidanzamento e l'incoronazione. Generalmente i due rituali si susseguono in un unico evento ma c'è chi preferisce che si svolgano in giorni diversi.

Il fidanzamento
I futuri sposi si presentano alla porta d'ingresso della chiesa dopo la lettura della liturgia: l'uomo a destra, la donna a sinistra, seguiti dai due testimoni. Il sacerdote va loro incontro, li benedice per tre volte e consegna ad ognuno dei due un cero acceso con cui si avvicineranno all'altare. Qui trovano due anelli: uno d'oro, per lui e uno d'argento, per lei. Il sacerdote, prende gli anelli e disegna tre croci sulla testa di ognuno. A questo punto gli anelli vengono appoggiati agli anulari della mano destra per essere poi scambiati tre volte tra i due fidanzati.

L'incoronazione

Il sacerdote seguito dagli sposi e dai testimoni si sposta verso tetrapodion, una piccola credenza, dove sono poggiate una coppa di vino e due corone che, secondo le tradizioni saranno metalliche, di fiori o foglie. Dopo la dichiarazioni di "libera intenzione e fermo proposito di prendersi in sposi" il sacerdote prende una corona, fa baciare l'icona sacra e la porge al testimone che, a sua volta, la tiene sospesa sul capo dello sposo che ha accanto. Una volta benedetta la coppa del vino, viene offerta per tre volta ad ognuno degli sposi. Secondo alcune tradizioni, a questo punto gli sposi vengano legati con un nastro come simbolo della loro unione, le loro mani vengono incrociate e da questa stessa posizione viene fatta la danza rituale. Gli sposi seguono il sacerdote in un triplice giro attorno al tetrapodion al canto di tropari mentre i testimoni sostengono da dietro le corone. Alla fine della danza il Sacerdote toglie la corona prima allo sposo, poi alla sposa e li invita a baciarsi tra la festa e gli auguri dei presenti.

Aspetti burocratici del matrimonio ortodosso

Il matrimonio ortodosso non è ufficialmente riconosciuto dallo Stato italiano. Il riconoscimento avviene solo per eventuali nozze civili di chi appartiene a questo culto religioso. Nel caso in cui i nubendi fossero stranieri é necessario, quindi, seguire lo stesso iter burocratico del matrimonio civile aggiungendo alla lista dei documenti da fornire, il nulla osta rilasciato dal proprio consolato.

 

abitare images/off.jpg
animazione images/off.jpg
autonoleggio images/off.jpg
bellezza images/off.jpg
bomboniere images/off.jpg
cerimonia images/off.jpg
documentazione images/off.jpg
fiori images/off.jpg
fotografi images/off.jpg
gioielli images/off.jpg
indossare  lui images/off.jpg
indossare lei images/off.jpg
invitare images/off.jpg
lista nozze images/off.jpg
luna di miele images/off.jpg
matrimoni alternativi images/off.jpg
matrimoni nel mondo images/on.jpg
partecipazioni images/off.jpg
ricevimento images/off.jpg
tradizione images/off.jpg
 

Scrivici  • Opportunità per gli Operatori  • Mappa sito
Allafollia.it - Copyright © 2006 - Tutti diritti riservati - Agenzia IGC
Sito ottimizzato per risoluzione 800x600 - Internet Explorer 6.0
se non riesci a visualizzare correttamente il sito clicca qui

realizzazione
Agenzia IGC
Partita IVA:03539740963